L’Azionariato Critico di Fondazione Finanza Etica.

L’azionariato critico è una pratica attraverso la quale si cerca di influenzare il comportamento e le decisioni aziendali delle imprese, spesso attraverso l’acquisto di azioni o la partecipazione alle assemblee degli azionisti.

Fondazione Finanza Etica fa azionariato critico da 15 anni, confrontandosi con il management di importanti imprese quotate, italiane e europee. Queste imprese sono escluse dall’orizzonte operativo del Gruppo Banca Etica; il Gruppo, quindi, non investe direttamente in queste imprese o non le considera parte integrante del suo portafoglio di investimenti. L’obiettivo è di indurre cambiamenti nella conduzione e nelle scelte aziendali sotto il profilo dei parametri ambientali, sociali e di buona governance.

Esercitando i diritti e i doveri di ogni azionista, interroghiamo le imprese sugli effetti non finanziari delle scelte economiche. Chiediamo conto di incongruenze e contraddizioni, di politiche di greenwashing e proponiamo cambiamenti nelle policy. A volte con successi, altre volte inascoltati. Partecipiamo alle assemblee degli azionisti con interventi, domande a risposta scritta, portando la voce delle organizzazioni della società civile con cui collaboriamo, votando.

Per approfondire

Highlight

Risultati del voto

Collaborazione con campagne e associazioni

Scomodo, Coordinamento Romano Acqua Pubblica, Clean Clothes Campaign – Campagna Abiti Puliti, Rete Italiana Pace e Disarmo, Comitato Riconversione RWM, Greenpeace Italia e Germania, Re:Common, Legambiente, Dachverband der Kritischen Aktionärinnen und Aktionäre, ECCHR.

Collaborazione con altri investitori

SfC – Shareholders for Change, Fundación Finanzas Éticas, Bank für Kirche und Caritas, Ecofi, Friends Provident Foundation, Meeschaert Asset Management, Pax-Bank, Steyler Ethik Bank, Verka, Aegon Asset Management.

Assemblee

Approfondisci