Mercoledì 18 novembre la Camera dei Deputati ha approvato con voto di fiducia il decreto 135/09 (Decreto Ronchi) che, per dirla con le parole del Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, “regala l’acqua potabile ai privati sottraendola ai cittadini per consegnarla, a partire dal 2011, agli interessi delle grandi multinazionali e farne un nuovo business”.
Falliti i tentativi di bloccare l’approvazione del provvedimento, da più parti ora si lanciano iniziative di mobilitazione per contrastare l’applicazione concerta della legge.
Banca Etica è a fianco dei movimenti e delle associazioni che chiedono di preservare il diritto all’acqua che deve restare accessibile a tutti ed essere sottratta alle pure logiche del profitto e della speculazione.

Leggi il position paper di Banca Popolare Etica sulla questione della gestione privatistica dell’acqua.

Approfondimenti