Progetto finanziato dal programma “Never Alone, per un domani possibile”.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito dell’European Programme for Integration and Migration (EPIM) di Fondazione Cariplo. Il progetto è frutto della condivisione di intenti di 4 attori del territorio: Cospe in qualità di capofila, Comune di Scandicci, Consorzio Pegaso e Fondazione Finanza Etica, con comune obiettivo di promuovere una società aperta e inclusiva e contribuire a ridurre il numero di persone in stato di marginalità. Coerentemente con gli obiettivi del programma Never Alone, il progetto si orienta verso l’attivazione di percorsi di accompagnamento al lavoro, inclusione sociale e relazionale e inclusione linguistica e culturale.

 

Ginger Zone

Le attività del progetto ruotano intorno alla rivitalizzazione e valorizzazione di uno spazio pubblico nel territorio di Scandicci, da tempo in disuso e conosciuto come Ginger. Dopo un periodo di ristrutturazione, le porte del Ginger sono state riaperte alla collettività circa un anno fa proponendosi come un hub per l’elaborazione e la realizzazione di iniziative sociali, culturali e avviamento al lavoro coinvolgendo quella parte della società civile e produttiva già attenta ai temi dell’accoglienza e dell’inclusione (il mondo del Terzo Settore e dell’economia sociale e solidale). Il Ginger si sta affermando come luogo di socializzazione, l’insegnamento della lingua italiana e l’inserimento socio-lavorativo con le attività imprenditoriali della stamperia e di una ciclofficina, rese possibili dalle risorse messe a disposizione attraverso la gestione di un fondo, predisposto dal partenariato e gestito da Fondazione, per la coperture di spese di formazione dei giovani e avvio delle attività di microimpresa.

La Stamperia Sociale in particolare è un progetto di inclusione socio-lavorativa che coinvolge 3 minori stranieri non accompagnati e offre al territorio servizi estremamente diversificati: dalla stampa su tessuti per la creazione di abbigliamento personalizzato, alla realizzazione di adesivi, banner e manifesti.

 

 

I numeri del progetto

Nel 2021 il fondo ha finanziato la realizzazione di una stamperia sociale per un valore complessivo di 25.000 euro di cui 20.000 euro coperti da fondo per start up e imprese sociali costituito all’interno del progetto e gestito da FFE.
Il business plan prevedeva l’inserimento lavorativo di 2 MSNA e un inserimento socio terapeutico lavorativo di 1 giovane.